80mila Euro per la promozione e la valorizzazione dell’attività motociclistica

Nell’ambito della previsione di spesa 2017 del budget territoriale, il Consiglio Federale ha riservato un fondo di 80mila Euro da destinare alla realizzazione di progetti finalizzati alla promozione e valorizzazione della pratica motociclistica (resoconto sintetico Consiglio Federale 1/2017), fornendo un nuovo impulso per la cultura sportiva e prevedendo una sensibilizzazione alla pratica del nostro sport.

I Comitati Regionali possono proporre al Consiglio Federale uno o più progetti che soddisfino i requisiti di indirizzo e di dettaglio così come indicati in premessa ed elencati di seguito.

I moto club che volessero sottoporre al Comitato Regionale le loro idee o i loro progetti, affichè questi possano diventare progetti regionali a tutti gli effetti ed essere assunti dal Comitato Regionale come propri per l’adesione al progetto nazionale, possono scrivere ed inviare il materiale già elaborato a piemonte@federmoto.it.

Per accedere a tali stanziamenti e per essere considerati ammissibili, i progetti regionali – e conseguentemente le tracce dei progetti che i moto club vorranno condividere con il CoRe – dovranno:
– pervenire entro la data del 28 febbraio 2017 ad FMI, quindi essere inviati con sufficiente e ragionevole anticipo al CoRe Piemonte, che li dovrà esaminare e discutere con i responsabili di settore coinvolti;
– pervenire unicamente per via elettronica a piemonte@federmoto.it in forma già elaborata;
– prevedere attività che si realizzino nel territorio piemontese o comunque essere rivolti a piloti, motoclub o tesserati del Piemonte;
– coinvolgere i moto club, i tesserati, i licenziati o genericamente attività che non abbiano carattere restrittivo; devono cioè essere rivolti, con un esempio, ad una specialità sportiva in senso ampio e non ad un predefinito gruppo di piloti che pratichino quella specialità;
– avere inizio da gennaio 2017 e terminare a dicembre 2017;
– indicare le attività realizzate dallo stesso CoRe e dallo stesso gruppo organizzativo in passato evidenziando i risultati ottenuti;
– contenere un progetto chiaro, con indicazione dei costi.

Il processo di valutazione da parte di FMI consisterà in una analisi di merito dei progetti e sarà concentrata sia sui contenuti sia sulla sostenibilità economica.

 

Il Vice Presidente

Andrea Pizzoli