APERTURA ALLA GRANDE PER IL TROFEO MINIENDURO

La “carica” è stata “solo” di 100 ma non ha avuto niente da invidiare a quella più famosa dei “101” … A Frassinello Monferrato, domenica 8 aprile si è infatti tenuta la prima prova del Trofeo Minienduro intitolato a Mario Ferrero e praticamente tutti i giovani piloti del nord Italia non hanno voluto mancare a questo appuntamento

Ben 100 quindi il numero di partenti, record per questa manifestazione, che sono stati accolti nell’ospitale Frassinello da un clima praticamente perfetto, con un terreno che dopo le piogge quasi ininterrotte della settimana è stato asciugato da un caldo sole che ha reso la prova speciale molto spettacolare.

Ben sei i giri in programma che hanno messo a dura prova tutti i giovanissimi piloti che hanno comunque visto il traguardo con il sorriso stampato sul volto, dopo le lotte sul filo dei secondi per tutte le oltre 4 ore di gara.

A far la parte del leone nella classifica assoluta, come da pronostico, sono stati i piloti lombardi con la miglior prestazione di giornata che è stata fatta segnare da Gabriele Pasinetti, del Motoclub Costa Volpino, che ha preceduto di pochi secondi Giovanni Vezzani del Pavia, mentre più staccato è giunto Nicolò Lolli del Crostolo. Altra vittoria per un pilota del Crostolo nella Senior, con Andrea Gheza che precedeva il portacolori del Bergamo Manuel Verzeroli. I piloti piemontesi si sono riscattati nella classe Junior, che ha visto prevalere Gabriele Doglio del Koala davanti ad Alessio Berger dell’Alfieri e nella Cadetti, grazie alla vittoria di Gabriele Giordano del Dogliani che ha preceduto Davide Zanone del Neotec. Nella classe riservata ai più piccoli Debuttanti era Nicolò Baccinelli del Tre Laghi ad avere la meglio mentre tra le Lady si rivelava imprendibile la velocissima ligure Aurora Pittaluga, prima in scioltezza davanti a Isabella Soncin e Elena Givonetti. Davide Mei era il più veloce nella classe Ospiti, che vedeva tre piloti provenienti da Veneto e Toscana.

Pur con qualche contrattempo nell’uscita delle classifiche, la gara si chiudeva in bellezza con una toccante cerimonia dedicata alla intitolazione del salone del centro sportivo di Frassinello a Mario Ferrero, una dolcissima merenda per tutti i piloti ed una applauditissima premiazione.