Conclusa al Mugello la Coppa Italia di Velocità

Barale e Tavella 6° ed 8°, Panella 10° e Carrara 20° nelle rispettive categorie.

L’ultimo round della Coppa Italia 2016 è andato in scena, sull’Autodromo Internazionale
del Mugello con un week end che, per il gran finale, ha visto il Trofeo Italiano Amatori
classe 600 base/avanzata e 1000 base disputare le gare con formula del doppio round
come in Superbike, ovvero con gara 1 il sabato e gara 2 la domenica.

Tra le fila del Moto Club Drivers di Cuneo – GM Racing Team erano in gara, per la classe
600 avanzata il roccavionese Simone Barale, nella 600 base il pilota di Villafalletto Antonio
Panella e nella 1000 base il cebano Sergio Carrara. Assente a questo ultimo round il
chiusano Matteo Tavella, ancora convalescente dopo la caduta in cui è incappato nel
corso della penultima gara stagionale.

La giornata di venerdì è stata dedicata, come sempre, alla messa a punto delle moto
curate, anche per questo ultimo round stagione, dalla Penny Racing Service di Ravenna.
Fin dalle prove libere è stata lotta interna a suon di cronometro tra Simone Barale e
Antonio Panella, che si sono piazzati rispettivamente in 27^ e 26^ posizione sulla griglia di
partenza, che vedeva al via ben 42 piloti mentre nella mille Carrara, accusando qualche
piccolo problema fisico ma stringendo i denti, si è qualificato con il trentesimo tempo.

Gara 1 di sabato ha visto i due piloti della classe 600 scattare molto bene al via, spalla a
spalla riuscendo ad entrare nei primi 15 già sin dai primi passaggi. Panella, al suo primo
anno in Coppa Italia è cresciuto molto ma che non è riuscito a finire la sua gara per una
scivolata avvenuta nel corso del 5° passaggio. Barale, invece, ha ritrovato il feeling con la
sua Yamaha R6 ed ha improntato un buon ritmo riuscendo a chiudere la sua gara in 20
posizione assoluta e 14° della classe 600 avanzata.

Buona anche la gara di Carrara nella classe 1000 che come detto, nonostante qualche
noia fisica, è riuscito ad arrivare sul traguardo in 28° posizione assoluta, centrando un
ottima settima piazza nella categoria riservata agli over 50.

Nelle gare della domenica, invece, ancora una volta il meteo ha deciso di metterci lo
zampino con un acquazzone circa un’ora prima del via delle gare, per poi migliorare nel
corso della giornata. Il veterano delle corse Sergio Carrara, nella classe 1000 base, ha
corso quindi in regime di “wet race” ovvero gara dichiarata bagnata, riuscendo a
concludere la sua stagione con una ottima prova, chiudendo in 15^ posizione, centrando il
4° posto nella categoria over 50.

Nella gara della 600 base/avanzata invece, il meteo ha iniziato a cambiare ma sia Barale
che Panella non si sono fidati a montare le gomme intagliate e hanno deciso entrambi di
partire con le gomme da bagnato. Scelta più che azzeccata al via dove Barale, che
quest’anno non ha sbagliato una partenza, si porta già alla prima curva dalla 27^ alla 14^
posizione, seguito a ruota da Panella anche lui partito molto bene allo spegnersi dei
semafori. Primi giri davvero ottimi per entrambe i piloti cuneesi ma purtroppo, giro dopo
giro, il sole ha asciugato la pista. Continuare è stato impossibile per Antonio Panella, che
ha deciso di ritirare la sua Honda a causa dell’impossibilità di stare in pista con le gomme
da bagnato su pista asciutta. Barale invece, stringendo i denti ha con orgoglio deciso di
portare al traguardo la sua Yamaha, riuscendo a chiudere in 31^ posizione con le gomme
totalmente distrutte.

Peccato davvero per gara 2 di domenica – questo è il rammarico del roccavionese
Simone Barale – perché se non fosse spuntato il sole avrei potuto giocarmi la gara nelle
posizioni che contano. Ma sono le gare e mi rallegro perché in gara 1, sabato, sono
riuscito a fare un’ottima gara, ma soprattutto mi sono divertito molto, sia oggi che durante
tutta la stagione. Un immenso grazie lo devo a mio padre Duilio che mi ha seguito in tutte
le gare e senza il quale non potrei stare ed un pensiero lo dedico alla mia mamma che da
lassù mi ha protetto durante tutta la stagione, oltre agli sponsor che mi hanno dato la
possibilità di vivere questo secondo campionato in prima persona: Poppi Clementino
S.p.A., Magazzini Edili Tontine, Tipolito Martini, Ri.Ver.Plast S.r.l., Isaema Solution, CTM
S.r.l., MOSS S.r.l., Impresa edile Rinaudo & Margaria, Studio Quality S.r.l, Proforma
Consulting, Publitalia S.n.c., Bar Il Sorriso e Panetteria D’Angelo”.

È stato un weekend sfortunato per me – ha dichiarato Antonio Panella – peccato davvero
per la caduta in gara 1 perché avevo un buon passo e sicuramente sarei riuscito a
chiudere nei 20 la corsa, mentre nella gara di domenica non me la sono sentita di
rischiare. Il grip dal 4° giro è diventato praticamente inesistente ed ho preferito ritirarmi e
chiudere così la mia prima stagione. Ringrazio la mia compagna Genny e il mio piccolo
Alessandro per il sostegno e l’appoggio che mi hanno dato durante il coronamento di
questo sogno ormai giunto a conclusione e gli sponsor che mi hanno permesso di correre
in questo campionato: Top Serramenti, Favole S.r.l., Op Elettronica e tutto il GM Racing
Team per il supporto tecnico logistico.

Nonostante la pioggia che ha condizionato la gara di domenica – ha riferito il veterano
delle corse Sergio Carrara – sono soddisfatto del weekend di gara perché devo dire che
sono riuscito a comportarmi bene portando a termine la gara di sabato anche se non ero
fisicamente al 100% , riuscendo a conquistare domenica una buona 15^ posizione con
gara bagnata, il mio migliore risultato stagionale. Adesso sto valutando se continuare o
meno con le corse ma se la salute me lo consentirà non mi sento ancora pronto per
appendere il casco al chiodo. Desidero ringraziare il mio sponsor, la C.M. IMPIANTI
S.r.l. per il supporto avuto nel corso della stagione”.

diemme