CRV. Avventurosa vittoria a Modena per Massimo De Lorenzo

 

Nel Trofeo Race Attack Massimiliano Palladino è secondo nella 1000 mentre Ivano Magnano si piazza decimo nella 600.

Sull’Autodromo di Modena si sono svolte, in una giornata di caldo soffocante, con 36 gradi all’ombra ed oltre 60 sull’asfalto, le gare del Campionato Regionale Velocità e del Trofeo Race Attack, alle quali prendevano parte alcuni conduttori del Moto Club Drivers Cuneo.

Il pilota di Tarantasca Massimo De Lorenzo si è impegnato sin dal sabato a cercare, insieme agli uomini del suo team, il giusto assetto della moto ed un buon passo di gara.

I risultati si sono visti nelle qualifiche della domenica mattina, che lo hanno visto primo delle seicento e secondo assoluto, alle spalle della BMW 1000 di Marco Manna nel primo turno e terzo nel secondo, alle spalle della 1000 di Figerod e del suo diretto avversario Pignatale.

Alla partenza della gara, che ha preso il via alle ore 16, De Lorenzo ha effettuato una buona partenza, che lo ha collocato alle spalle di Alberto Pignatale, portatosi subito al comando e di Luca Figerod, posizione che Massimo ha mantenuto per alcuni giri, studiando dove avrebbe potuto tentare il sorpasso.

Ben presto Figerod sorpassa di potenza Pignatale, imitato poco dopo da De Lorenzo, che prende alcuni metri di vantaggio ma due piccoli errori, uniti al doppiaggio dei piloti più lenti nel corso dell’ottavo giro, consentono a Pignatale di recuperare e di sorpassare nuovamente De Lorenzo, che rimane però incollato alla sua ruota per quattro curve, pronto a restituire il sorpasso.

Purtroppo però la moto di De Lorenzo scivola all'uscita della curva 5, rimanendo in mezzo alla pista, costringendo così i commissari di gara ad esporre la bandiera rossa ed a sospendere la gara.

La classifica, come da regolamento FMI, viene redatta con le posizioni acquisite al giro precedente la sospensione, per cui Massimo De Lorenzo, che si trovava davanti ad Alberto Pignatale, viene consacrato vincitore della gara. Terzo della 600 cc. è Alessio Bronzini mentre Figerod si impone nella 1000.

“Non mi sarei mai aspettato di vincere su un circuito per me nuovo – ha esclamato Massimo De Lorenzo -. Alla terza gara di campionato mi ritrovo secondo, a soli 2 punti  dal primo in classifica. Ringrazio il team Gimotor, Cri, il Moto Club Drivers Cuneo, i miei genitori, il mitico ira 9 Racing Team. Questa mia prima vittoria, ottenuta in una gara ufficiale, la dedico tutta a "ira", mio fratello Sandro.

Buoni risultati per i conduttori del Moto Club Drivers Cuneo anche nel Trofeo Race Attack, che ha visto nella classe 1000 Massimiliano Palladino classificarsi secondo, con un secondo ed un terzo di manche, alle spalle di Mattia Puttini, facendo registrare il miglior tempo sul giro, salendo inoltre sul primo gradino del podio nella speciale classifica Challenge.

Ivano Magnano, impegnato nella classe 600 del Race Attack, vinta da Giuseppe Tarquini davanti a Matteo Ricca ed a Gianluca Campanello, con un undicesimo ed un decimo di manche è riuscito ad entrare nella top ten, piazzandosi in decima posizione ma quarto nella classifica Challenge.

Dario Malabocchia