Francesco Curinga è Campione Europeo delle salite con la Honda Bianco Moto di Cuneo

Bella gara anche per il cuneese Fabrizio Lannutti, che gli è giunto alle spalle in gara.

Nello scorso week end si è disputata nella Francia orientale e più precisamente a Le Petit Albergement, nei pressi di Lione, la quarta ed ultima prova del Campionato Europeo di Velocità in Salita, alla quale ha preso parte anche il cuneese Fabrizio Lannutti, impegnato nella classe Supersport, che lo ha visto portare a casa un ottima seconda piazza.

Il portacolori del Moto Club Drivers Cuneo, alla guida di una MV Agusta 675 ha ceduto solamente all’imprendibile Francesco Curinga, che ha portato la Honda CBR 600 RR della Bianco Moto di Cuneo alla vittoria di classe ed alla conquista del Campionato Europeo della Supersport.

Foto d' archivio di Fabrizio LannuttiBello il percorso di gara, lungo 2.300 metri, caratterizzato da una prima parte lenta, seguita dall’ultimo tratto molto veloce, che portava la media dei conduttori a sfiorare i 120 km. orari dimedia.

Ho debuttato con la moto nuova – ha riferito Francesco Curinga – e questo era un po’ un problema, non avendola mai guidata…..ma già dalla prima prova libera del sabato ho capito che rispetto alla vecchia non c’era poi tanta differenza. Quindi mi sono tranquillizzato. Oltre alla gara ho fatto mio anche l’Europeo, con una gara di anticipo! Un doveroso grazie va agli Sponsor Bianco Moto, GP Elevators, Impresa Boeri, a Dani Corradini per l’ottima preparazione della moto (un mito!), alla Carrozzeria Unicar, che ha ultimato la moto giovedì notte…, agli amici che mi seguono sulla pagina Facebook Francesco Curinga, Fan Club, alla mia famiglia ed al Presidente del Moto Club Squadra Corse Badalucco, Serena”.

Anche Fabrizio Lannutti intende ringraziare chi lo supporta in questa stagione: “Ringrazio Sicomat, Alusic, Lannutti Assicurazioni, Progecto Gomme, Distributore Eni di Matteo e Claudio di Cuneo eNuova M2 Racing. Sono soddisfatto della mia gara. Di più, con uno come Curinga, non potevo fare – ha esclamato Lannutti”.

diemme