Il Moto Club 100 Torri di Alba ha festeggiato i suoi primi 40 anni

La scelta del club albese per la location è caduta sul Palazzo Mostre e Congressi di Alba

Da tempo il Presidente ed i componenti del Consiglio del Direttivo del Moto Club 100 Torri di Alba stavano pensando di organizzare qualche cosa di indimenticabile per il festeggiamento del quarantesimo anniversario dalla fondazione del loro moto club e, visti i risultati, devo dire che ci sono perfettamente riusciti.

Per l’occasione è stato scelto come luogo di ritrovo l’imponente Palazzo delle Mostre e Congressi di Alba, che ha fatto da degna cornice per l’evento voluto dal club cuneese, dove sono stati chiamati a raccolta tutti i soci del sodalizio albese e molte altre persone che gravitano intorno al mondo del fuoristrada d’epoca.

Posizione centrale, con tanti parcheggi, ampie sale a disposizione, salone destinato a presentazione e premiazioni e locale dove poter servire aperitivo e pranzo ai numerosissimi ospiti, il tutto riunito in una sola struttura. Un figurone!

Naturalmente non sono riuscito a sapere quanto sia venuto a costare tutto questo, sicuramente non poco, ma il fatto è che questo evento ha fatto parlare di sé non solo nella Provincia di Cuneo e dintorni, ma anche molto più lontano. Peccato solamente che il meteo non fosse dei migliori, in quanto piovigginava a tratti, ma dopo appena pochi metri allo scoperto, si era al riparo.

Appena giunti sul posto, non si poteva non notare il notevole impatto offerto dagli striscioni e dall’arco posizionati poco prima dell’ingresso del locale, all’interno del quale si trovava un lungo tavolo riservato all’accoglienza, con alcune ragazze addette all’iscrizione di quanti volevano partecipare al pranzo, ai quali veniva consegnata una maglietta ed il libro allestiti a ricordo della manifestazione. Già qui il colpo d’occhio che si presentava agli ospiti era notevole, in quanto si poteva ammirare la coreografica scenografia allestita nella parte centrale, posizionata su alcuni piani, elevati gli uni sugli altri tramite l’interposizione di qualche scalino in marmo.

Subito dietro alla reception, sulla sinistra dell’ingresso, si poteva notare un tabellone rettangolare, raffigurante la partenza di una prova speciale di Regolarità, che dava l’accesso alla prima delle tre sale, che stava ad indicare il miglioramento e la specializzazione succedutisi negli anni dalle moto esposte, oltre una sessantina, tutte perfettamente restaurate.

Nella prima sala si potevano osservare le moto da Regolarità costruite negli anni compresi tra gli inizi degli anni sessanta ed il 1975, tra le quali erano allestiti dei pannelli contenenti fotografie relative a gare disputate all’epoca ed alcuni capi di abbigliamento, rigorosamente d’epoca.

Salendo poi alcuni scalini si accedeva alla seconda sala, dove erano presenti moto da Regolarità costruite negli anni tra il 1976 ed i primi anni ottanta mentre, saliti altri tre ulteriori scalini, si potevano ammirare le moto adottate nell’ultimo decennio dai conduttori più giovani del club langarolo, alcune delle quali lasciate volutamente nelle condizioni in cui sono state usate e pertanto quasi interamente infangate.

Da quest’ultima sala si passava al salone centrale, disposto su più piani, dove vi erano i mezzi dei mototuristi della Moto Travel, che si divertono a macinare migliaia di chilometri in giro per l’Europa e non solo. Sul pianerottolo più basso facevano bella mostra di sé quattro Maico della collezione di Paolo Torta, appartenute ad alcuni famosi piloti del mondiale, una addirittura risalente al 1957, oltre ad una delle ultime costruite dalla Casa tedesca.

Verso la tarda mattinata vi sono stati gli interventi del Sindaco di Alba, Maurizio Marello e dell’Assessore allo Sport Tibaldi, seguiti da quello dell’euro parlamentare Alberto Cirio, che ha consegnato al presidente Marchiaro una targa rilasciata dal Parlamento Europeo, a riconoscenza dell’operato svolto negli anni dal Moto Club 100 Torri Alba.

Dopo un ricordo dei soci scomparsi ed una breve preghiera officiata da Don Luigi, momento al quale hanno presenziato anche il neo Vice Presidente Nazionale della FMI Vittorio Angela ed uno dei candidati alla sua successione in ambito regionale, Valter Carbone, Marchiaro ha invitato tutti i presenti a recarsi al piano superiore per l’aperitivo, seguito da un lauto pranzo, molto gradito dai partecipanti.

Nel pomeriggio, dopo la presentazione del libro sulla storia dei quaranta anni del sodalizio albese, curato insieme ad altre memorie storiche del club soprattutto da uno degli ex presidenti, nonché regolarista: Roberto Corino, si sono infine svolte le premiazioni, che hanno interessato gli ex presidenti del 100 Torri ancora in vita e dei piloti che hanno difeso i colori del club albese.

Per ultima cosa il socio, nonché possessore della collazione forse più numerosa al mondo di Maico e responsabile del motocross d’epoca nazionale, Paolo Torta, ha consegnato al Presidente Marchiaro il grandioso trofeo nazionale assegnato al Moto Club 100 Torri Alba in occasione della gara svoltasi a Cremona nel mese di settembre dello scorso anno.

Dopo i consueti convenevoli di commiato, tutti i presenti sono stati lasciati liberi di proseguire l’intensa giornata come meglio credevano.

                                                                                                             Dario Malabocchia

Vai alla Photogallery