Il ritorno di Ivano Magnano

Il rientro in gara, con il Moto Club Drivers Cuneo, a sette anni dall’incidente patito in gara
Quella di Ivano Magnano è una storia come tante. Fin da giovane gli piacciono le moto con le quali, raggiunta l’età “da patente” si cimenta sui passi alpini nei week end.
Incontra e conosce una ragazza appassionata di moto, Cristina, che lo accompagna nelle sue gite ma che ad un certo punto non si accontenta più di fare la “zavorrina” ed acquista una piccola Caviga 125, con la quale effettua le uscite con il suo ragazzo, che diventerà in seguito suo marito ed i suoi amici.
Quest’anno il quarantunenne cavourese Ivano Magnano, che nel 2009, dopo aver ottenuto dei buoni risultati è stato costretto a fermarsi a seguito di un incidente occorsogli in gara, a circa sette anni di distanza, ha deciso di scendere nuovamente in pista per poter sfogare la sua immensa passione per il motociclismo.
Magnano ha iniziato a correre nelle gare in salita nel 2000, in sella ad una Suzuki 750 nella classe Oltre poi, l’anno successivo, è sceso di cilindrata gareggiando nella 125 con una Aprilia, passando poi nel 2002 alla classe Open, prima con una Suzuki 750 ed infine con una 1000 della stessa casa. In tutti questi anni Ivano ha difeso i colori del moto Club Provincia Granda di Vottignasco, presieduto da Osvaldo Marengo, riportando dei buoni risultati: tre volte Campione Regionale della classe Open, terzo nel campionato italiano della montagna del 2003 nella classe Open, quarto nel 2008, effettuando anche qualche uscita in pista nel Trofeo Motoestate della Classe Open.
Il 2009 è stato l’anno in cui è salito due volte sul gradino più alto del podio della classe Open nel campionato italiano delle cronoscalate, conquistando il record assoluto nella salita Poggio – Vallefredda (FR), tutt’ora imbattuto. Poi è venuto il serio infortunio che ha stoppato la sua carriera.
Adesso, a sette anni di distanza, la mai sopita passione per la moto e per le gare è nuovamente emersa, per cui Ivano Magnano ha deciso di tornare alle corse dedicandosi alle gare in pista, che lo vedranno protagonista quest’anno del Trofeo Race Attack, che si svolte in un’unica giornata di gara, permettendogli di non tralasciare troppo il suo lavoro.
Per il rientro Ivano, che ha staccato la licenza con il Moto Club Drivers Cuneo, ha scelto la classe 600, accordandosi con Andrea Zappa del Team Tecnicamoto di Mariano Comense, che gli metterà a disposizione una Honda CBR 600.
Purtroppo Ivano dovrà saltare la prima gare del Race Attack, che avrà luogo l’8 di maggio sul circuito di Franciacorta (BS), a seguito di una piccola operazione programmata in precedenza ma sarà sicuramente presente a quella del 12 di giugno, che si correrà sulla pista parmense di Varano de’ Melegari ed alle altre gare a calendario per la stagione agonistica che sta per iniziare.
Il centauro di Cavour dovrà togliersi un po’ di ruggine e riprendere gli automatismi di guida, ma siamo sicuri che le sue doti ed il so impegno potranno portarlo ai risultati ai quali ambisce.

Dario Malabocchia