Thomas Chareyre di nuovo in testa all’Europeo S2 con la vittoria di Busca. Kevin Vandi è il primo campione stagionale Supermoto nella nuova

Thomas Chareyre di nuovo in testa all’Europeo S2 con la vittoria di Busca. Kevin Vandi è il primo campione stagionale Supermoto nella nuova S4
 

Busca (CN), 2 luglio 2017 – E’ andato in scena sul tecnico circuito Kart Planet di Busca, 1.583 metri di cui 1.403 di asfalto e 180 di Sky-Section, il terzo round valido per il Campionato Europeo Supermoto delle classi S2 e S4. Nel week end, il solito noto Thomas Chareyre, ha dominato la classifica delle qualifiche e poi delle manche finali che gli hanno permesso di rientrare in possesso della tabella rossa di leader del campionato dopo la defaillance di Sparta a metà maggio in gara-2.

Il quattro volte iridato Chareyre ha vinto così il penultimo appuntamento continentale che vedrà l’assegnazione dei titoli in Austria il prossimo 17 settembre. Secondo sul podio a Busca il tedesco Marc Reiner Schmidt (SWM BRT) con due secondi posti, e terzo l’ex leader del campionato Diego Monticelli (TM Racing Factory) che, grazie a due positivi terzi posti, può ancora giocarsi tutto all’ultimo round di fine estate. Nel programma del weekend anche la terza e ultima prova del Campionato Europeo S4, trasferta che ha visto l’affermazione del romagnolo Kevin Vandi (Honda L30 Racing) sia in assoluta dopo aver diviso le vittorie con lo spagnolo Jorge Climent (Husqvarna JC54) che in campionato conquistando l’alloro in questa fresca categoria “solo asfalto”. Gara-1 S2: Parte subito in testa Thomas Chareyre (TM Racing Factory – FRA) davanti a Marc Reiner Schmidt (BRT SWM – GER), Diego Monticelli (TM Racing Factory – ITA), Milan Sitniansky (Honda Tuning Motorsport – CZE), Petr Vorlicek (Suzuki Grau Racing – CZE), Lorenzo Promutico (Honda Gazza Racing Team – ITA), Luca Ciaglia (Honda Gazza Racing Team – ITA), Joan Llados (TM Racing Factory – ESP), Raul Tschupp (TM Smot Racing – SUI), Romain Kaivers (TM – BEL). Il francese inizia subito a guadagnarsi uno spazio tutto suo che nell’arco dei 15 giri percorsi gestirà per non mettere a rischio la sua posizione di testa. Dietro, il tedesco Schmidt ha trovato la sua posizione ideale davanti al capoclassifica Diego Monticelli che, a sua volta, cerca di non rischiare inutili cadute su una pista poco veloce ma molto tecnica. Stabile in quarta posizione anche Sitniansky che senza rischiare troppo ha mantenuto una posizione di tutto rispetto fino al traguardo, sempre davanti al connazionale Vorlicek.

Gara-2 S2: Al via della seconda e conclusiva manche è Marc Reiner Schmidt (BRT SWM – GER) a mettere le ruote davanti a tutti portandosi subito in testa. Lo seguono Thomas Chareyre (TM Racing Factory – FRA), Diego Monticelli (TM Racing Factory – ITA), Giovanni Bussei (TM SBD – ITA), Andreas Buschberger (Husqvarna – AUT), Edgardo Borella (BRT SWM – ITA), Luca Ciaglia (Honda Gazza Racing Team – ITA), Milan Sitniansky (Honda Tuning Motorsport – CZE), Lorenzo Promutico (Honda Gazza Racing Team – ITA), Petr Vorlicek (Suzuki Grau Racing – CZE).  Un giro e l’asso francese ha preso il comando della corsa rimanendo sempre in testa e vincendo anche la seconda manche senza tanti problemi e campionato ipotecato con la riconquista della tabella rossa di leader, che aveva perso in occasione del precedente round di Sparta. Dietro al fuoriclasse della TM ha finito la seconda manche, rimanendo sempre nella stessa posizione, il tedesco Schmidt, e il marchigiano Diego Monticelli che oggi, su questa pista, non ha potuto fare di più. Primo giù dal podio Giovanni Bussei, che a sua volta precede Buschberger e Sitniansky. L’altro pilota SWM, Edgardo Borella, ha perso una posizione rispetto al primo giro finendo settimo davanti a Promutico e Ciaglia, mentre decimo finisce la corsa il regolare Vorlicek. In programma al circuito Kart Planet di Busca anche la terza e ultima prova stagionale dell’Europeo della categoria S4, piloti che non percorrevano il tratto off road. Campionato breve ma sufficientemente interessante e con spunti davvero avvincenti grazie alla determinazione di validi giovani, alcuni dei quali provenienti da altre specialità. Vince questa prova finale il leader del campionato Kevin Vandi (Honda L30 Racing) che era anche il favorito, ma a Busca ha dovuto contare anche sulla fortuna a causa di una caduta che gli ha fatto perdere alcune posizioni e la vittoria nella seconda manche, vittoria che invece ha raccolto con grande determinazione in gara-1. Posizione d’onore sul podio per il pontino Kevin Caloroso (TM Birba Racing) grazie a un 4° e un 2° posto. Terzo, infine, il britannico Antony Ford Dunn (Ktm Supermotoland) con due terze posizioni. Solo quinto di giornata il vincitore di gara-2 l’iberico Jorge Climent (Husqvarna JC54). Il romagnolo Kevin Vandi porta in Italia, dunque, il titolo continentale S4, per aver saputo conquistare e poi gestire il vantaggio in classifica.  FOTO (free): Thomas Chareyre (#4); Kevin Vandi (#69), Diego Monticelli (#68); podio finale S4.

                                                                                                                                                  Claudio Orlandani                                                                                                                                                   BPROM | Press Office

Thomas Chareyre di nuovo in testa all’Europeo S2 con la vittoria di Busca. Kevin Vandi è il primo campione stagionale Supermoto nella nuova S4
 

Busca (CN), 2 luglio 2017 – E’ andato in scena sul tecnico circuito Kart Planet di Busca, 1.583 metri di cui 1.403 di asfalto e 180 di Sky-Section, il terzo round valido per il Campionato Europeo Supermoto delle classi S2 e S4. Nel week end, il solito noto Thomas Chareyre, ha dominato la classifica delle qualifiche e poi delle manche finali che gli hanno permesso di rientrare in possesso della tabella rossa di leader del campionato dopo la defaillance di Sparta a metà maggio in gara-2.

Il quattro volte iridato Chareyre ha vinto così il penultimo appuntamento continentale che vedrà l’assegnazione dei titoli in Austria il prossimo 17 settembre. Secondo sul podio a Busca il tedesco Marc Reiner Schmidt (SWM BRT) con due secondi posti, e terzo l’ex leader del campionato Diego Monticelli (TM Racing Factory) che, grazie a due positivi terzi posti, può ancora giocarsi tutto all’ultimo round di fine estate. Nel programma del weekend anche la terza e ultima prova del Campionato Europeo S4, trasferta che ha visto l’affermazione del romagnolo Kevin Vandi (Honda L30 Racing) sia in assoluta dopo aver diviso le vittorie con lo spagnolo Jorge Climent (Husqvarna JC54) che in campionato conquistando l’alloro in questa fresca categoria “solo asfalto”. Gara-1 S2: Parte subito in testa Thomas Chareyre (TM Racing Factory – FRA) davanti a Marc Reiner Schmidt (BRT SWM – GER), Diego Monticelli (TM Racing Factory – ITA), Milan Sitniansky (Honda Tuning Motorsport – CZE), Petr Vorlicek (Suzuki Grau Racing – CZE), Lorenzo Promutico (Honda Gazza Racing Team – ITA), Luca Ciaglia (Honda Gazza Racing Team – ITA), Joan Llados (TM Racing Factory – ESP), Raul Tschupp (TM Smot Racing – SUI), Romain Kaivers (TM – BEL). Il francese inizia subito a guadagnarsi uno spazio tutto suo che nell’arco dei 15 giri percorsi gestirà per non mettere a rischio la sua posizione di testa. Dietro, il tedesco Schmidt ha trovato la sua posizione ideale davanti al capoclassifica Diego Monticelli che, a sua volta, cerca di non rischiare inutili cadute su una pista poco veloce ma molto tecnica. Stabile in quarta posizione anche Sitniansky che senza rischiare troppo ha mantenuto una posizione di tutto rispetto fino al traguardo, sempre davanti al connazionale Vorlicek.

Gara-2 S2: Al via della seconda e conclusiva manche è Marc Reiner Schmidt (BRT SWM – GER) a mettere le ruote davanti a tutti portandosi subito in testa. Lo seguono Thomas Chareyre (TM Racing Factory – FRA), Diego Monticelli (TM Racing Factory – ITA), Giovanni Bussei (TM SBD – ITA), Andreas Buschberger (Husqvarna – AUT), Edgardo Borella (BRT SWM – ITA), Luca Ciaglia (Honda Gazza Racing Team – ITA), Milan Sitniansky (Honda Tuning Motorsport – CZE), Lorenzo Promutico (Honda Gazza Racing Team – ITA), Petr Vorlicek (Suzuki Grau Racing – CZE).  Un giro e l’asso francese ha preso il comando della corsa rimanendo sempre in testa e vincendo anche la seconda manche senza tanti problemi e campionato ipotecato con la riconquista della tabella rossa di leader, che aveva perso in occasione del precedente round di Sparta. Dietro al fuoriclasse della TM ha finito la seconda manche, rimanendo sempre nella stessa posizione, il tedesco Schmidt, e il marchigiano Diego Monticelli che oggi, su questa pista, non ha potuto fare di più. Primo giù dal podio Giovanni Bussei, che a sua volta precede Buschberger e Sitniansky. L’altro pilota SWM, Edgardo Borella, ha perso una posizione rispetto al primo giro finendo settimo davanti a Promutico e Ciaglia, mentre decimo finisce la corsa il regolare Vorlicek. In programma al circuito Kart Planet di Busca anche la terza e ultima prova stagionale dell’Europeo della categoria S4, piloti che non percorrevano il tratto off road. Campionato breve ma sufficientemente interessante e con spunti davvero avvincenti grazie alla determinazione di validi giovani, alcuni dei quali provenienti da altre specialità. Vince questa prova finale il leader del campionato Kevin Vandi (Honda L30 Racing) che era anche il favorito, ma a Busca ha dovuto contare anche sulla fortuna a causa di una caduta che gli ha fatto perdere alcune posizioni e la vittoria nella seconda manche, vittoria che invece ha raccolto con grande determinazione in gara-1. Posizione d’onore sul podio per il pontino Kevin Caloroso (TM Birba Racing) grazie a un 4° e un 2° posto. Terzo, infine, il britannico Antony Ford Dunn (Ktm Supermotoland) con due terze posizioni. Solo quinto di giornata il vincitore di gara-2 l’iberico Jorge Climent (Husqvarna JC54). Il romagnolo Kevin Vandi porta in Italia, dunque, il titolo continentale S4, per aver saputo conquistare e poi gestire il vantaggio in classifica.  FOTO (free): Thomas Chareyre (#4); Kevin Vandi (#69), Diego Monticelli (#68); podio finale S4.

                                                                                                                                                  Claudio Orlandani                                                                                                                                                   BPROM | Press Office