Velocità in salita. Nuova vittoria, a Spoleto, per Francesco Curinga

Il pilota della Honda Bianco Moto ha preceduto nella 600 SS Stefano Nari ed il cuneese Fabrizio Lannutti

La “Spoleto-Forca di Cerro”, che ospitava la quarta e la quinta prova del Campionato Italiano di Velocità in
salita in gara doppia, ha visto nuovamente tra i protagonisti assoluti il ligure Francesco Curinga, che ha
portato sempre più vicino al titolo della Supersport, che verrà assegnato nell’ultima gara in programma a
Frosinone, la Honda CBR 600 RR della Bianco Moto di Cuneo.

Nonostante le condizioni meteo non propriamente favorevoli del sabato, in quanto le manche di gara si
sono disputate con asfalto prima bagnato ed in seguito umido, il pilota del Moto Club Squadra Corse
Badalucco, presieduto dalla moglie di Francesco, Serena Biagioni, si è nuovamente aggiudicato la classe 600
Supersport davanti a Stefano Nari, con il cuneese Fabrizio Lannutti (MV Agusta – Moto Club Drivers Cuneo)
buon terzo.

Francesco Curinga non smette di dare soddisfazioni a Patrizio della Bianco Moto ed anche in questa
occasione ha staccato il miglior tempo assoluto precedendo, anche se di un solo centesimo, il compagno di
club Stefano Bonetti, che correva con una moto di 1.000 cc.

La domenica si è invece corso con il sole ma Curinga non ha saputo approfittare della situazione, dovendo
cedere la prima piazza della Supersport a Stefano Nari, che ha fatto suo anche il miglior tempo assoluto di
giornata. Nuovamente terzo Fabrizio Lannutti, che ha anche conquistato il terzo gradino del podio nella
classe 250 Open/GP in sella ad una Aprilia.

Presenti in Umbria anche altri conduttori piemontesi. Nella classe 125 Open/GP e nella 600 Open Marco
Lovera (Yamaha) ed Alberto Lescovez (Suzuki – GM Racing Team), entrambi del M.C. Drivers Cuneo, si sono
piazzati rispettivamente quattordicesimo e ventiquattresimo mentre Davide Demaria (Yamaha – M.C.
L’Airone Narzole) è giunto quinto nella 600 STK della Crono Climber. Nelle Moto d’epoca Nicolao Airola
(Ducati – M.C. Centauro Forno) si è piazzato secondo nel Gruppo 4 mentre il suo compagno di club Daniel
Allamand è stato ottavo nella classe 500 4T del Gruppo 5.

Dario Malabocchia