Venesia e Pignatale campioni – a Franciacorta concluso il CRV

Grandi duelli e bella gara per l’ultima prova del Campionato Regionale Velocità Piemonte.

All’autodromo Daniel Bonara di Franciacorta erano ancora in palio i titoli della 1000 e della 600 Expert. Nella 1000 il campione in carica Wiliam Venesia, su Kawasaki è partito in pole position ed ha subito allungato con un veterano, iscrittosi come wild card, Giovanni Altomonte alle calcagna. Tra i due è subito battaglia, poi Altomonte prende la testa e chiuderà per primo alla fine della gara. Venesia lo lascia andare, si accontenta del secondo posto che vale comunque il primato, ma sta attento a controllare il rientro di Luca Figerod, su Suzuki, che alla fine conclude quarto preceduto da Marco Manna, su Bmw. Paolo Viarenghi è quinto. Venesia festeggia così la riconquista del titolo di Campione. Nella 600 lotta dura, ma leale, tra Alberto Pignatale e Alessio Bronzini in corsa per il titolo. Alla fine è Pignatale, su Honda, a vincere la gara ed il titolo. Bronzini, su Kawasaki, che ha comunque combattuto sino all’ultimo per il titolo, chiude al terzo posto preceduto da Antonino Di Gangi, su Yamaha.

Tra i Rookies nella 1000 Alessandro Sette, su Honda, già matematicamente titolato, ha vinto davanti a Daniele Angelosanto, su Ducati ed ad Alessandro Cortellazzi, anche lui su Ducati.

Nella 600 assente Santo Distefano che ha vinto il titolo con una gara di anticipo, si è messo in luce Andrea Mardegan, su Btt2v, che ha vinto precedendo Mauro Tommasi, su Honda. Terzo posto per Marco Ghidini, su Suzuki, e quarto per Andrea Modena, su Kawasaki.

Il CRV Piemonte ha chiuso il suo secondo anno con ottimi risultati grazie all’organizzazione del Moto Club TTN Racing Club e all’aiuto di Michelin che con le nuove coperture utilizzate nella competizione (Michelin Powercup Evo) ha permesso a tutti i piloti di

divertirsi in sicurezza, e degli organizzatori dei Trofei Motoestate in cui il CRV è rinato.

RGC Roberto Goitre Comunicazione
Consulente in comunicazione per Co.Re. Piemonte FMI

Clicca qui per accedere alla photogallery.