Protocollo Sanitario Unico. Aggiornamenti e chiarimenti del 22 febbraio 2022 e aggiornamenti del 02 marzo 2022

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE L’AGGIORNAMENTO DEL 02/03/2022 “RETURN TO PLAY” – PROTOCOLLO PER LA RIPRESA DELL’ATTIVITÀ SPORTIVA AGONISTICA PER GLI ATLETI RISULTATI POSITIVI E GUARITI AL COVID 19

Sono in vigore dal 22 febbraio 2022 (Del.P.F. n.201 del 21.02.22) le nuove disposizioni del Protocollo Sanitario Unico aggiornato (normativa per l’organizzazione), da utilizzare in combinazione con le Linee Guida federali (normativa per l’attività), che oltre a recepire le indicazioni del Dipartimento dello Sport del Consiglio dei Ministri per la sicurezza e la prevenzione nell’organizzazione di eventi e manifestazioni sportive, valutano l’attuale situazione epidemiologica e si adeguano alla ricerca di metodologie che offrano maggiore efficacia nel controllo delle certificazioni pur lasciando inalterato il grado di tutela sanitaria.

Si evidenzia che  i contenuti del Protocollo Sanitario Unico hanno carattere temporaneo e la validità del documento terminerà al concludersi dell’emergenza sanitaria. Il Protocollo Sanitario Unico viene continuamente  revisionato in accordo con eventuali modifiche delle Linee Guida del Dipartimento per lo Sport ed eventuali normative previste da nuovi Decreti governativi.

La sintesi delle procedure di prevenzione sono racchiuse nel seguente schema:

Sintesi delle procedure di prevenzione – Covid19 FMI

CHIARIMENTI sulle procedure

  •  La Certificazione verde rafforzata COVID-19 deve essere verificata in ogni fase di accesso all’evento agli Accreditati e al Pubblico (Pubblico, Dirigenti Federali, Tecnici Sportivi, ecc.).
    La verifica del Super Green Pass, di competenza dell’organizzatore, deve essere effettuata attraverso la specifica procedura di controllo (delegati al controllo con applicazione “VerificaC19” e confronto con il documento d’identità)
  • Il referto del Test Molecolare/Antigenico deve essere verificato in ogni fase di accesso all’evento ai Partecipanti e deve risultare in corso di validità (Test Molecolare 72 ore – Test Antigenico 48 ore). In caso di scadenza nel corso dell’evento sarà necessario presentare un nuovo referto negativo effettuando nuovamente un test per COVID-19. I test devono essere effettuati da operatori sanitari o da personale addestrato che ne certifica il tipo, la data in cui è stato effettuato ed il risultato. (Team -Atleti, Medici e Fisioterapisti, Accompagnatori, Meccanici-,  Ufficiali di Gara, Addetti alle Manifestazioni Motociclistiche, Cronometristi, Personale addetto all’Antidoping, Personale sanitario del Soccorso).
  •  Le indicazioni su Mascherine, Rilevamento Temperatura e Autodichiarazione sono valide per tutti i Partecipanti e gli Accreditati.
  • Esenzione dalla presentazione del Super Green Pass: Tutti i Partecipanti (Team -Atleti, Medici e Fisioterapisti, Accompagnatori, Meccanici-,  Ufficiali di Gara, Addetti alle Manifestazioni Motociclistiche, Cronometristi, Personale addetto all’Antidoping, Personale sanitario del Soccorso) che sono esentati dalla presentazione della certificazione verde per Decreto Legge ( – bambini sotto i 12 anni, esclusi per età dalla campagna vaccinale – soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica – cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera – persone in possesso di un certificato di vaccinazione anti SARS-Cov-2 rilasciato dalle competenti autorità sanitarie della Repubblica di San Marino) sono quindi tenuti alla presentazione del referto negativo del Test COVID-19.
  •  Didattica Certificata – Corsi e Allenamenti collettivi: Le indicazioni su Mascherine, Rilevamento Temperatura e Autodichiarazione sono valide per tutti i partecipanti: Atleti, Tecnici, e Dirigenti FMI. La verifica del Test COVID-19 o del Super Green è delegata al Tecnico Sportivo Responsabile (controllo con applicazione “VerificaC19” e confronto con il documento d’identità). La  Didattica Certificata, cioè i Corsi e gli allenamenti federali per i quali è previsto il controllo del referto COVID-19 o della certificazione verde rafforzata (Super Green Pass), fa riferimento alle attività collettive certificate, quelle cioè nella quali sono presenti i Tecnici Sportivi. L’allenamento individuale, sul quale non si ha competenza normativa, si svolge secondo le indicazioni delle normative di legge attuali che non prevedono la certificazione nell’esercizio dello sport di base individuale (non di gruppo, non di contatto). Ovviamente la suddetta certificazione può essere eventualmente  chiesta dal gestore per l’ingresso nei circuiti laddove ne sia richiesto dalle normative specifiche per gli impianti sportivi e nei luoghi previsti (spogliatoi, sedi di ristoro, ecc.).
  • Per coloro che effettuano attività lavorativa o di volontariato o formativa per conto del gestore dell’impianto (staff dell’organizzatore) si applicano le disposizioni sull’uso della certificazione verde nei luoghi di lavoro e l’obbligatorietà vaccinale per gli over 50.

  1. Attività sportive federali consentite: chiarimenti- CLICCA QUI
  2. Protocollo Unico Sanitario, Linee Guida delle discipline FMI per il contrasto della diffusione del Covid-19 e documenti per l’Autodichiarazione Covid-19 – CLICCA QUI
  3. Linee Guida per gli eventi e le competizioni sportive,  Linee Guida per l’Attività Sportiva di Base e l’Attività Motoria in genere – Ufficio dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri  e Linee Guida e Protocolli della FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana) – CLICCA QUI